La Storia Dell'Olocausto - Vittime Della Shoah: Primo Levy

  Copy


More Options: Make a Folding Card




Storyboard Description

La storia dell'Olocausto - vittime della Shoah: Primo Levy - La vita nei campi di concentramento

Storyboard Text

  • Levi, Primo. Sopravvivenza a Auschwitz. Sl: Collier Macmillan, 1986. Stampa.
  • "Sono stato catturato dalla milizia fascista il 13 dicembre 1943. Io avevo venticinque anni, con poca saggezza, nessuna esperienza e tendenza decisa - incoraggiata dalla vita della segregazione che mi costrinse per i quattro anni precedenti dalle leggi razziali - - vivere in un mondo irrealistico del mio, un mondo abitato da fantasmi cartesiani civilizzati, da sinceri amicizie femminili e senza sangue, coltivo un senso moderato e astratto di ribellione ».
  • "Al momento del mio arrivo, cioè alla fine del gennaio 1944, c'erano circa centoventi ebrei italiani nel campo, ma in poche settimane il loro numero è salito a oltre sessant'anni. Di intere famiglie catturate dai fascisti o dai nazisti per la loro imprudenza o per segreti accuse. Alcuni si erano dati spontaneamente, ridotti alla disperazione della vita vagabonda o perché mancavano i mezzi per sopravvivere o per evitare la separazione da una relazione catturata , O addirittura - assurdamente - "di essere conforme alla legge". C'erano anche circa un centinaio di interni militari iugoslavi e alcuni altri stranieri che erano politicamente sospetti ".
  • "In meno di dieci minuti tutti gli uomini erano stati raccolti insieme in un gruppo. Cosa accadde agli altri, alle donne, ai bambini, ai vecchi, non potremmo stabilire né allora né più tardi: la notte li inghiottì , Semplicemente e semplicemente ... sappiamo che nel nostro convoglio non più di novantasette uomini e ventisette donne entrarono nei rispettivi campi di Monowitz-Buna e di Birkenau e di tutti gli altri, più di cinquecento in numero , Nessuno viveva due giorni dopo ... e che più tardi il metodo più semplice è stato spesso adottato per aprire entrambe le porte del carro senza preavviso o istruzioni per i nuovi arrivati. Quelli che per caso salivano su un lato del Il convoglio è entrato nel campo, gli altri sono andati alla camera del gas ".
  • "Dawn è venuto su di noi come un traditore; Sembrava che il nuovo sole si alzasse come alleato dei nostri nemici per assistere alla nostra distruzione ".
  • "Anche in questo luogo si può sopravvivere e perciò si deve desiderare di sopravvivere, di raccontare la storia, di testimoniare; E che per sopravvivere dobbiamo costringerci a salvare almeno lo scheletro, l'impalcatura, la forma della civiltà. Siamo schiavi, privi di ogni diritto, esposti a ogni insulto, condannati a una certa morte, ma abbiamo ancora un potere e dobbiamo difenderlo con tutta la nostra forza perché è l'ultimo - il potere di rifiutare il nostro consenso ".
More Storyboards By it-examples
Explore Our Articles and Examples

Try Our Other Websites!

Photos for Class – Search for School-Safe, Creative Commons Photos! (It Even Cites for You!)
Quick Rubric – Easily Make and Share Great Looking Rubrics!