https://www.storyboardthat.com/it/lesson-plans/inside-out-e-back-again-di-thanhha-lai

Inside Out and Back Again Libro: una giovane ragazza dai capelli castani con un vestito arancione in piedi accanto a un albero di papaia. Guarda un fiume, che ha palafitte dall'altra parte. È il Vietnam degli anni '70.


Inside Out and Back Again è un premiato romanzo di narrativa storica di Thanhha Lai. È il 1975 e Hà, una bambina di dieci anni, vive con la madre e tre fratelli a Saigon, che sta per essere rilevata dai vietnamiti del Nord. La famiglia decide di intraprendere il pericoloso viaggio per fuggire come rifugiati negli Stati Uniti. Una volta in America, trovano gentilezza e generosità, nonché razzismo crudele, bullismo e la lotta per ricominciare da capo in una nuova terra mentre imparano una nuova lingua. Lai intreccia la storia di Hà attraverso capitoli commoventi scritti in versi concisi e avvincenti, offrendo ai lettori una visione della prospettiva dei bambini rifugiati e delle loro famiglie in America.

Attività degli studenti per Dentro e Fuori e di Nuovo Indietro



Riepilogo Inside Out e Back Again

La storia inizia il Tet (capodanno lunare vietnamita) nel 1975. La giovane Hà festeggia il capodanno con la sua famiglia e prega per la fortuna di seguirli nel prossimo anno. Ha dieci anni e vive con la sua laboriosa e gentile madre, suo fratello maggiore Vu che studia ingegneria, suo fratello maggiore Quang, ancora al liceo che ama le arti culinarie, e suo fratello Khoi che ama gli animali. Tutti e tre i fratelli prendono in giro la loro sorellina ma, come dice la madre di Hà, "ti prendono in giro perché ti adorano". La famiglia è in lutto per la perdita del padre, che nove anni fa era "disperso in azione" in missione per la Marina del Vietnam del Sud. La madre prega per il suo ritorno ogni giorno.

La famiglia di Hà deve affrontare una scelta difficile poiché l'esercito del Vietnam del Nord si avvicina e Saigon rischia di essere superato. Non vogliono lasciare la loro patria. Dovrebbero lasciare tutto alle spalle tranne quello che può stare in alcuni piccoli zaini. Inoltre, si sentono angosciati per aver lasciato senza il padre, che sognano tornerà un giorno. Ma la famiglia è convinta dallo zio che il pericolo è troppo grande per restare. Fuggono a bordo di una nave della Marina che viene riproposta per i rifugiati.

La famiglia sale a bordo della nave affollata insieme a centinaia di altre persone ammassate insieme e compie il viaggio lento e insidioso con pochissimo cibo e acqua. Arrivano a Guam e da lì in America insieme ad altri rifugiati che sono stati sponsorizzati negli Stati Uniti.

La famiglia viene ignorata per giorni fino a quando non cambia il suo status religioso in "cristiano". Poi, vengono accolti da un gentile "Cowboy" che vive in Alabama. Hà immagina che, poiché indossa un cappello da cowboy e stivali, deve possedere un cavallo come nei film americani che ha visto. Sua moglie non è così generosa e si acciglia di fronte alla famiglia, facendoli sentire sgraditi. Non è l'unica; i vicini sbattono la porta in faccia e fanno commenti razzisti. La famiglia affronta molte battaglie in salita facendosi strada in un luogo sconosciuto e ostile. A scuola, Hà ha difficoltà ad imparare l'inglese poiché è così diverso dal vietnamita con regole grammaticali e suoni completamente diversi. Gli studenti della sua classe la ostracizzano e la prendono in giro. Un ragazzo in particolare la bullizza regolarmente. Hà riesce a trovare conforto in due gentili amici a scuola e un vicino, la signora Washington, un'insegnante in pensione che la fa da tutore. Ha sempre fatto bene a scuola ed eccelleva in matematica, ma negli Stati Uniti si sente come una "stupida". Nonostante tutto, la famiglia affronta le sue numerose sfide con grazia, dignità e coraggio.

L'autore Thanhha Lai ha scritto la storia semi-autobiografica in poesia in versi liberi. Lai ha detto "Un giorno ho iniziato a prendere appunti esattamente come si sarebbe sentita Hà, sola e arrabbiata nel parco giochi. Le parole sono uscite con frasi veloci e taglienti che hanno catturato i suoi sentimenti in immagini nitide. Queste frasi riflettevano ciò che suonava vietnamita tipo. Ricorda, Hà pensava in vietnamita perché non aveva ancora imparato l'inglese. Allora sapevo che sarei stato in grado di penetrare nella sua mente scrivendo con frasi soffocate dalle immagini. I lettori usciranno più saggi ed empatici per aver dato uno sguardo all'esperienza dei rifugiati attraverso gli occhi dei bambini e delle famiglie che l'hanno vissuta.


Domande essenziali per Inside Out e Back Again di Thanhha Lai

  1. Chi sono i personaggi principali di Inside Out e Back Again e quali sfide devono affrontare?
  2. Quali sono alcuni dei simboli e dei motivi presenti nel romanzo? In che modo il simbolismo ti aiuta a comprendere meglio i personaggi e le loro motivazioni?
  3. Quali sono alcuni dei temi presenti nel romanzo e quali lezioni l'autore cerca di impartire al lettore?
  4. Ogni esperienza di rifugiato o immigrato è unica. Tuttavia, ci sono alcuni temi comuni che sono universali per l'umanità e per l'esperienza dei rifugiati. Quali sono alcune emozioni comuni che si proverebbero lasciando la propria patria e trasferendosi in un nuovo paese con una nuova lingua?
  5. Cosa hai imparato sulla guerra vietnamita e sulla crisi dei rifugiati?

Pianifica una sessione guidata gratuita con noi per diventare uno Storyboard That pro!

*(Avvia una prova gratuita di 2 settimane senza bisogno di carta di credito)
https://www.storyboardthat.com/it/lesson-plans/inside-out-e-back-again-di-thanhha-lai
© 2021 - Clever Prototypes, LLC - Tutti i diritti riservati.