UN MOSTRO CON LA CORONA CHIAMATO CORONAVIRUS
Updated: 3/30/2021
UN MOSTRO CON LA CORONA CHIAMATO CORONAVIRUS

Storyboard Description

In questo momento storico ritengo di fondamentale importanza creare una storia che permetta, anche ai bambini più piccoli, di essere maggiormente consapevoli della situazione che stiamo vivendo. Per questo ho deciso di realizzare una storia fantastica che consenta a ogni bambino di analizzare la situazione odierna e contemporaneamente volare con la fantasia in mondi meravigliosi. La vicenda si svolge in Valle d’Aosta, presso la casa della famiglia Tozzi che è circondata da un grande bosco in cui Stefano, figlio della coppia, ama giocare. I personaggi della storia sono: Stefano (il protagonista), il suo orsacchiotto Bobby(l’aiutante) e un mostro di colore verde che indossa una grande corona da cui deriva il suo nome che è Coronavirus(l’antagonista). Stefano è un bambino di sei anni, con un paio di occhioni azzurri con cui ama osservare i particolari della natura e i capelli di color castano scuro. Durante il suo tempo libero indossa sempre un cappello e un paio di stivali da Cowboy, uno zainetto in cui tiene differenti oggetti tra cui la sua borraccia, una torcia, una lente di ingrandimento e altri strumenti che lo fanno sentire un vero e proprio esploratore. Il suo orsacchiotto, Bobby, è di colore giallo e ha gli occhi marroni. Il mostro è un gigante flaccido, di colore verde e indossa una grande corona di color oro. Stefano è un bambino molto vivace, curioso, socievole, che ama giocare con i suoi amichetti all’aria aperta. Nel tempo libero, infatti, si avventura insieme al suo orsacchiotto nei dintorni della casa scoprendo di volta in volta nuove tipologie di piante, animali, oggetti….. Bobby è un personaggio alquanto buffo e impacciato, infatti, combina sempre un sacco di casini. L’orsacchiotto è stato regalato a Stefano durante il suo primo compleanno e dal quel momento in poi i due non si sono mai separati. L’uno costituisce infatti la forza dell’altro. Coronavirus è un gigante cattivo, flaccido, ricoperto da delle “antenne” che lo rendono ancora più mostruoso. L’obiettivo del mostro è quello di spaventare i bambini e le persone che incontra. Stefano vive la sua vita liberamente: va a scuola, frequenta le ludoteche, va a trovare i nonni, gli zii, va a giocare al parco con gli amici… ma a un certo punto accade qualcosa di strano...

Storyboard Text

  • Ehy tu, chi sei ? Perchè sei qui?
  • Mi chiamo Coronavirus e sono giunto sulla terra per impossessarmi di voi. Se non vuoi che tu sia il primo ad essere attaccato vai via!
  • Accipicchia! Dobbiamo fare qualcosa per proteggere noi stessi e le persone a cui vogliamo bene!
  • Bobby, nel bosco ho incontrato un mostro gigante! Mi ha fatto tanta paura.
  • Potremmo creare una pozione magica che consenta lo scioglimento di Coronavirus e utilizzare le mascherine per proteggerci dalle particelle velenose che emana
  • Ottima idea! Potremmo utilizzare quella sostanza trasparente che la mamma utilizza per disinfettare le mani
  • Stefano vive la sua vita liberamente ma a un certo punto accade qualcosa di strano. Arriva un brutto mostro, di nome Coronavirus che Stefano affronterà durante una sua esplorazione.
  • Dai Bobby veloce, non avere paura!
  • Stefano rientra frettolosamente a casa, è molto preoccupato e racconta tutto al suo orsacchiotto Bobby.
  • Sei un gigante cattivo e meriti di ricevere una brutta punizione! Vai Stefano spruzza la pozione magica.
  • Oh noooooooooo!
  • Stefano e Bobby utilizzano tutta la creatività e l'immaginazione di cui sono portatori per realizzare una "pozione magica" che possa distruggere il gigante.
  • Siamo riusciti a sconfiggere il mostro. Adesso possiamo tornare a giocare con i nostri amici e possiamo andare a trovare la nonna
  • Dopo aver studiato bene la strategia i due amici, qualche giorno seguente, si dirigono verso il bosco alla ricerca di Coronavirus.
  • Speriamo che il mostro non ci attacchi!
  • Finalmente Stefano e Bobby trovano il mostro e spruzzano sopra quest'ultimo la pozione da loro creata.
  • Ciao grande mostro, sei venuto a farci del male ma noi riusciremo a sconfiggerti!
  • I due amichetti ritornano così a casa, stanchi ma soddisfatti. Il mostro, Coronavirus, è ora solo un brutto ricordo e tutti possono ritornare a vivere tranquillamente!
  • Si e finalmente possiamo ritornare a scuola. I nostri sacrifici sono serviti a qualcosa. E ricorda Stefano, insieme possiamo fare grandi cose! L'unione fa la forza