A rubar non ci fai nulla!
Updated: 3/30/2021
A rubar non ci fai nulla!

Storyboard Description

C’era una volta una gazza ladra, un piccolo uccello dalle piume bianche e nere, con ali corte e arrotondate, becco e zampe completamente nere e una coda molto lunga, con rari riflessi blu e verdi. Essa è chiamata anche Pica Pica ed è famosa per essere attratta dagli oggetti luccicanti e appariscenti, come l’oro, e, in quanto “ladra”, come ben suggerisce il nome, anche per la sua tendenza a rubarne in grandi quantità. È uno splendido giorno di primavera e la gazza ladra si ritrova a svolazzare serenamente in cielo, alla ricerca di cibo e di nuove conquiste. Ad un tratto però l’attenzione della gazza ladra viene catturata dallo scintillio di un meraviglioso gioiello, adagiato in bella vista sul balcone di una splendida casa in montagna. Si tratta della casa di Giacomino, un dolcissimo bambino di cinque anni, biondo, con due bei occhi verdi e un sorriso contagioso, da far invidia a chiunque. Giacomino vive in quella casa insieme alla sua famiglia e il suo dolcissimo animale domestico di nome Birillo, un gatto dal pelo corto, brillante e morbido, sui toni del grigio e marrone e con tenere zampette bianche. La gazza ladra, una volta rubato il gioiello tanto adocchiato precedentemente, non contenta, decide di mettersi ancor di più alla ricerca di nuovi gioielli, così, cercando di stanza in stanza riesce ad entrare nella cameretta di Giacomino. Una volta dentro, un po’ per noia e un po’ per egoismo decide di rubare anche alcuni giocattoli di Giacomino. Tutta soddisfatta del suo bottino, la gazza ladra si decide ad uscire da quella casa e stanziarsi un attimo un ramoscello di un albero lì vicino, con la vista rivolta verso la cameretta di Giacomino. -La gazza ladra: “Muahahah” “Che bel bottino che ho!” Giacomino, vedendo la gazza ladra portare via i suoi giocattoli si rattrista molto e scoppia a piangere. -La gazza ladra: “Iihihihi” -Giacomino: “Perché non ho più i miei giocattoli?!” Così, il gatto Birillo, dispiaciuto dell’accaduto, sentendo i pianti del suo padroncino, gli si avvicina amorevolmente cercando di farlo calmare. -Birillo: “Perché fai così? Non essere triste!” -Giacomino: “La gazza ladra ha portato via i miei giochi.” -Birillo: “Non preoccuparti, giochiamo insieme!” Dopodiché i due, Giacomino e Birillo, iniziano a giocare felicemente, spensierati e liberi! Senza alcun gioco, accompagnati soltanto dalla loro fantasia e dalla loro voglia di divertirsi. La gazza ladra osserva dall’albero, attraverso la finestra, Giacomino e Birillo giocare insieme e divertirsi, mentre lei, sola, nonostante i giochi e i gioielli, sottratti al bambino e alla sua famiglia, non ha nessuno con cui condividerli. Morale: Nonostante la gazza ladra possieda tanti oggetti materiali, ricchezze e giochi, non è questo a fare la felicità! La felicità è ben altro, come insegnano Giacomino e Birillo, e bisogna ritrovarla nella spontaneità, nella semplicità, ma soprattutto nell’amicizia e nell’amore, sono queste le due cose importanti. Non è tutto oro ciò che luccica! Solo il cuore può luccicare e solo insieme, con l’amore degli altri, può scattare la scintilla per far sì che brilli!

Storyboard Text

  • CHE BEL GIOIELLO!
  • MUAHAHA!CHE BEL BOTTINO CHE HO!
  • PERCHE' NON HO PIU' I MIEI GIOCATTOLI?!
  • IHIHIHI!
  • In uno splendido giorno di primavera l'attenzione della gazza ladra viene catturata dallo scintillio di un meraviglioso gioiello, adagiato sul balcone di casa di Giacomino.
  • PERCHE' FAI COSI'? NON ESSERE TRISTE!
  • LA GAZZA LADRA MI HA RUBATO I GIOCHI!
  • La gazza ladra, non accontentandosi dei gioielli di famiglia, ruba anche alcuni giochi di Giacomino.
  • E IO CON CHI POSSO GIOCARE? HO TUTTI QUESTI GIOCHI...
  • Mentre la gazza ladra, su un ramo di un albero, ridacchia molto soddisfatta del suo bottino, il bambino è triste perché non trova più i suoi giocattoli.
  • Giacomino viene avvicinato dal suo gatto di nome Birillo che, vedendolo rattristito, lo consola invitandolo a giocare con lui.
  • NON PREOCCUPARTI, GIOCHIAMO INSIEME!
  • La gazza ladra osserva dall’albero, attraverso la finestra, Giacomino e Birillo giocare insieme e divertirsi. Mentre lei, nonostante i giochi sottratti al bambino, non ha nessuno con cui condividerli.
  • Nonostante la gazza ladra possieda tanti oggetti materiali, ricchezze e giochi, non è felice! La felicità sta nell'amicizia e nell'amore. Non è tutto oro ciò che luccica!
  • A RUBAR NON CI FAI NULLA!