L'avventura di Alex e dei suoi nuovi amici!
Updated: 3/30/2021
L'avventura di Alex e dei suoi nuovi amici!

Storyboard Text

  • Oggi è proprio una bella giornata, vero Alex?
  • wof wof
  • Hey, voi fermi!
  • Mi chiamo Alex, voglio solo giocare! Hey ma... voi volate! Mi piacerebbe molto poterlo fare, potreste insegnarmi?
  • Ciao, chi sei?
  • Ma no, sciocchino! Tu non puoi volare! Non hai le ali
  • Capisco...
  • Possiamo comunque giocare insieme! Le nostre differenze non ci impediranno di diventare amici!
  • E' una bella giornata di maggio: il sole brilla sù nel cielo, gli alberi sono in fiore e Alex e il suo padroncino sono già usciti per la passeggiata giornaliera!
  • Hey Alex, ma sei venuto qui tutto solo?
  • No, sono qui con il mio padron...Oh no...
  • Devo subito ritrovare il mio padroncino!
  • Alex nota svolazzare in cielo due passerotti, sono Joe e Betty. Incuriosito decide di seguirli e parlare con loro. Quanto è bello saper volare, loro gli avrebbero sicuramente insegnato come fare!
  • Com'è fatto il tuo padroncino?
  • Aspetta, ho un'idea! Potremmo aiutarti noi a trovare il tuo padroncino! Noi possiamo volare e dall'alto abbiamo una visuale più completa del parco!
  • Ottima idea! Grazie amici!
  • Alex, Joe e Betty iniziano così a giocare insieme spensierati.
  • Siete stati grandi! Portatemi da lui! Grazie mille amici, adesso so di poter sempre contare su di voi!
  • L'abbiamo trovato! L'abbiamo trovato! Seguici!
  • D'improvviso Alex si accorge di essersi allontanato dal suo padrone ormai da quasi due ore! Così comincia freneticamente a cercarlo
  • Corri, che aspetti! Ti starà cercando!
  • Alex percorre tutto il parco in lungo e in largo, abbaiando nella speranza di farsi sentire ma, purtroppo, senza risultati.Comincia a farsi buio e Alex perde lentamente le speranze, ma i suoi nuovi amici trovano una soluzione...
  • Ha una felpa verde e dei pantaloni neri
  • Gli uccellini, perlustrano il parco ormai semi vuoto, finché non si accorgono di un ragazzo che si aggira tutto solo piangendo e chiamando Alex a gran voce. Era proprio lui!