https://www.storyboardthat.com/it/lesson-plans/giudaismo

Che Cos'è L'ebraismo? | Credenze Ebraiche e Attività Storiche


L'ebraismo è una delle più antiche religioni praticate ininterrottamente nel mondo essendo iniziata circa 4.000 anni fa. Oggi l'ebraismo è praticato da circa 15 milioni di persone in tutto il mondo. Questa antica religione è stata la prima ad essere monoteista (credere in un solo Dio) ed è la radice delle due più grandi religioni odierne, il cristianesimo e l'islam. L'ebraismo e il popolo ebraico hanno una storia lunga e leggendaria, tragicamente segnata dalla persecuzione e dall'esilio, ma anche dalla resilienza e dalla forza.

Attività degli studenti per Giudaismo



Che cos'è l'ebraismo?

L'ebraismo ha circa 4.000 anni ed è la più antica religione monoteista del mondo. L'ebraismo è nato in Medio Oriente ed è il predecessore sia della fede cristiana che di quella islamica. Le persone che praticano l'ebraismo sono chiamate ebrei. L'antica lingua del popolo ebraico è l'ebraico, che è la lingua preferita per le preghiere ed è la lingua ufficiale di Israele. Oggi ci sono circa 15 milioni di persone che praticano l'ebraismo con circa 6,1 milioni in Israele, 5,7 milioni negli Stati Uniti e altre centinaia di migliaia in Europa, Medio Oriente e nel mondo.

La Torah e la storia di Abramo

Il libro sacro dell'ebraismo si chiama Tanakh , che è la Bibbia ebraica. Tanakh si compone di tre parti: la T orah, l'evi'im N e K etuvim. La sacra Torah è composta dai "Cinque Libri di Mosè". Sono Genesi, Esodo, Levitico, Numeri e Deuteronomio. Questi cinque libri sono inclusi anche nella Bibbia cristiana come l'inizio dell'Antico Testamento.

Il Libro della Genesi spiega la storia della creazione, dicendo che Dio ha creato la terra e tutto ciò che contiene in sei giorni. Il settimo giorno, Dio si riposò. La Genesi descrive anche la storia di Abramo, considerato il padre del giudaismo. Intorno al 1800 a.C., un uomo ebreo di nome Abramo viveva nella città mesopotamica di Ur (nell'odierno Iraq). Nell'antica Mesopotamia era comune praticare il politeismo.

Abramo e sua moglie Sara avevano sempre desiderato avere figli, ma non furono mai benedetti con nessuno di loro. Erano invecchiati e si erano arresi. Poi, un giorno Abramo ebbe una rivelazione da Dio che gli disse che doveva credere e adorare solo Lui, l'unico vero Dio. Dio disse ad Abramo che sarebbe stato ricompensato per la sua fede e devozione con terra e discendenti. In quello che viene chiamato il "Patto Abramico", Dio fece ad Abramo tre promesse. Dio disse: "Lascia il tuo paese, il tuo popolo e la casa di tuo padre e va' nel paese che io ti mostrerò. Farò di te una grande nazione e ti benedirò; renderò grande il tuo nome e sarai un benedizione." La fede in un solo Dio era un'idea radicale per quel periodo.

Abramo fece come Dio gli aveva comandato e lui e sua moglie partirono alla ricerca della "terra promessa" che si scoprì essere a Canaan sul Mar Mediterraneo. Sebbene Abramo e Sara fossero ormai molto, molto vecchi, Dio mantenne la sua promessa e alla fine furono benedetti con molti figli, inclusi due figli di nome Isacco e Ismaele. Ebrei, cristiani e musulmani sono tutti considerati discendenti di Abramo. Ebrei e cristiani credono di discendere dal figlio di Abramo Isacco, mentre i musulmani credono di discendere dal figlio di Abramo, Ismaele. A causa della loro comune ascendenza, le tre religioni sono chiamate le fedi abramitiche.

In una storia, Abramo fu messo alla prova da Dio quando gli fu chiesto di sacrificare suo figlio Isacco. Poiché mostrò la sua devozione e fedeltà a Dio, Abramo fu salvato dal sacrificare suo figlio e invece sacrificò un agnello. Il figlio di Abramo, Isacco, in seguito ebbe un figlio di nome Giacobbe e in un'altra storia, Giacobbe lotta o lotta con un angelo di Dio per tutta la notte. Per questo Giacobbe è chiamato Israele, che in ebraico significa "Colui che lotta con Dio". Col passare del tempo, Giacobbe ebbe 12 figli suoi e questi 12 figli divennero i capi delle 12 tribù d'Israele chiamate anche Figli di Israele o Israeliti.

La storia di Mosè

Circa mille anni dopo Abramo venne Mosè, che sarebbe diventato il più importante profeta dell'ebraismo e un importante profeta anche nel cristianesimo e nell'islam. Gli israeliti (chiamati anche ebrei) furono costretti a migrare a causa della diffusa siccità e carestia. Attraversarono il deserto ed entrarono nel paese d'Egitto. Sebbene inizialmente fossero stati accolti, alla fine furono ridotti in schiavitù dagli egiziani e rimasero tali per generazioni. Ad un certo punto, nel tentativo di diminuire la popolazione ebraica, un crudele Faraone ordinò che tutti i primogeniti maschi degli ebrei fossero uccisi. Una donna ebrea depose il suo bambino in una cesta nel fiume Nilo, vicino a dove la figlia del faraone faceva regolarmente il bagno. La figlia del faraone trovò il bambino indifeso e lo salvò. Lo chiamò Mosè e fu allevato come principe d'Egitto.

Dio parlò a Mosè attraverso un roveto ardente sul monte Sinai e disse a Mosè che era stato scelto per liberare gli Israeliti e condurli fuori dall'Egitto e di nuovo nella Terra Promessa. Seguendo il comando di Dio, Mosè andò coraggiosamente dal Faraone e gli disse: "Lascia andare il mio popolo", ma il Faraone rifiutò. Per punire il Faraone, Dio mandò piaghe sugli egiziani: acqua che si trasformò in sangue, rane, pidocchi, mosche, pestilenza del bestiame, foruncoli, grandine, locuste e oscurità. Nonostante queste orribili piaghe, il crudele Faraone si rifiutò ancora di liberare gli Israeliti. Dio mandò un'ultima e terribile piaga: l'uccisione di tutti i primogeniti in Egitto. Quando Dio mandò l'angelo della morte, disse a Mosè di istruire gli Israeliti a sacrificare un agnello e spalmare il suo sangue sulle loro porte in modo che l'angelo sapesse di "passare sopra" le loro case e non far loro del male. In onore di questo, la festa ebraica che commemora l'esodo dall'Egitto si chiama Pasqua .

Il faraone alla fine si arrese dopo che questa piaga reclamò la vita di suo figlio e disse agli israeliti di andarsene rapidamente in modo che non accadessero più orrori. Nella fretta, Mosè disse agli Ebrei che non avrebbero avuto abbastanza tempo per far lievitare il loro pane, quindi avrebbero dovuto fare pane 'azzimo' per il viaggio (che è pane fatto senza lievito). Ecco perché il pane azzimo viene tradizionalmente servito durante le feste pasquali. Quando Mosè e gli Israeliti iniziarono il loro esodo dall'Egitto, il Faraone cambiò idea. Lui e i suoi soldati inseguirono gli Israeliti fino al Mar Rosso. Dio comandò a Mosè di puntare il suo bastone verso il Mar Rosso, che miracolosamente divise le acque e permise agli Israeliti di attraversare il fondo del mare per mettersi in salvo. Dopo aver attraversato, Mosè agitò nuovamente il suo bastone e il mare tornò alla normalità, annegando l'esercito del Faraone e salvando gli Israeliti.

I dieci comandamenti

Mosè e gli Israeliti attraversarono il deserto del Sinai e arrivarono al Monte Sinai. Lì, Dio apparve ancora una volta a Mosè come un roveto ardente e rivelò la Torah a Mosè con un totale di 613 Mitzvah, o comandamenti, inclusi i Dieci Comandamenti. I Dieci Comandamenti sono stati scritti su due tavolette di pietra e sono i seguenti:

  1. Io sono il Signore tuo Dio, non avrai altri dei all'infuori di me
  2. Non adorerai falsi dèi
  3. Non pronuncerai mai il mio nome invano
  4. Osserverai santo il giorno del sabato
  5. Onora tuo padre e tua madre
  6. Non uccidere
  7. Non commetterai adulterio
  8. Non ruberai
  9. Non mentirai
  10. Non vorrai mai ciò che appartiene agli altri

Questo nuovo patto con Dio, chiamato Patto Mosaico, era una promessa tra Dio e il Suo popolo che se seguissero i comandamenti e adorassero solo Lui, l'unico vero Dio, sarebbero stati benedetti da Dio con una nazione nella Terra Promessa (Israele) .

Gli israeliti vagarono nel deserto per altri 40 anni prima di trovare finalmente la strada per Israele. Le dodici tribù alla fine si unirono per creare il Regno d'Israele intorno al 1020 a.C. - 922 a.C. e ci furono tre re che governarono successivamente: il re Saul, il re Davide e il re Salomone. La Stella di David proviene dal re Davide, che conquistò Gerusalemme e la edificò per essere il centro della vita politica e religiosa di Israele.

Il Tempio di Salomone, l'Arca dell'Alleanza e l'esilio in Babilonia

Re Salomone costruì il sacro Tempio di Salomone, che ospitava l'Arca dell'Alleanza, una cassa che conteneva le due tavolette di pietra incise con i Dieci Comandamenti dal Monte Sinai. Il Tempio di Salomone divenne il luogo di culto più sacro e importante per il popolo ebraico. Tuttavia, dopo la morte del re Salomone, Israele fu diviso in due regni: il Regno di Giudea a sud con capitale Gerusalemme e il Regno d'Israele a nord con capitale Samaria. I regni divisi erano vulnerabili all'invasione e i vicini assiri ne approfittarono. Intorno al 722 a.C., gli Assiri conquistarono il Regno d'Israele e nel 600 a.C. conquistarono con successo anche il Regno di Giudea. Gli Assiri governarono la regione fino a quando un altro potente impero mesopotamico, i Babilonesi, non invase, guidati dal re Nabucodonosor II. Quando i Babilonesi conquistarono la città di Gerusalemme intorno al 587 a.C., distrussero il Tempio di Salomone. Gli storici discutono su cosa sia successo all'Arca dell'Alleanza. Non è noto se l'Arca sia stata distrutta, catturata o nascosta. Nabucodonosor II costrinse il popolo ebraico all'esilio a Babilonia, dove fu tenuto prigioniero per quasi 50 anni. La storia dice che il profeta Ezechiele aveva il compito di mantenere viva la fede ebraica durante questo periodo di tempo traumatico. Intorno al 539 a.C., il re persiano Ciro il Grande sconfisse l'impero babilonese. Ciro è elogiato nelle scritture ebraiche per aver liberato il popolo ebraico dall'esilio consentendo loro di tornare nella loro terra promessa per ricostruire il Tempio di Salomone nello stesso sito. Era chiamato il Secondo Tempio.

La storia di Hanukkah

Intorno al 200 a.C., la Giudea fu conquistata dal re di Siria e durante il suo regno il popolo ebraico fu nuovamente oppresso e perseguitato. La loro religione fu messa al bando e furono costretti ad adorare gli dei greci. Nel 168 a.C., i soldati siriani marciarono su Gerusalemme, massacrando gli ebrei e profanando il sacro Secondo Tempio della città erigendo un altare a Zeus e sacrificando maiali all'interno delle sue mura. Un sacerdote ebreo Mattathais ei suoi cinque figli guidarono un movimento di resistenza. Erano conosciuti come gli Asmonei, o Maccabei. Dopo la morte di Mattathais nel 166 a.C., suo figlio Giuda Maccabeo prese il timone e, sebbene in grande inferiorità numerica, guidò il suo popolo alla vittoria contro i siri. Mentre cercavano di purificare e ridedicare il Secondo Tempio, i Maccabei iniziarono accendendo il Ner Tamid , la "luce eterna" che simboleggia l'onnipresenza di Dio e deve essere costantemente accesa. Tuttavia, i Maccabei videro che i siriani avevano contaminato tutti tranne un giorno di petrolio. Quello che accadde dopo è considerato un miracolo: la luce bruciò per otto notti! Questo meraviglioso evento è la base per il festival di otto giorni di Hanukkah celebrato dagli ebrei di tutto il mondo.

Durante Hanukkah, un portacandele chiamato menorah o uno chiamato hanukiah , che è una menorah con nove rami, viene acceso ogni notte durante il festival di otto giorni. Dopo il tramonto ogni notte durante Hanukkah, una candela viene accesa e aggiunta a quelle precedenti fino a quando tutte sono accese nell'ultima notte. La nona candela si trova più in alto al centro. Si chiama shamash o "aiutante" e viene utilizzato per accendere le altre candele. Mentre si accendono le candele, si recitano benedizioni e preghiere. In onore del miracolo dell'olio, i cibi tradizionali di Hanukkah vengono fritti nell'olio. Frittelle di patate chiamate latkes e ciambelle ripiene di marmellata chiamate sufganiyot sono spesso servite. Un'altra tradizione popolare è giocare a un gioco con una trottola a quattro lati chiamato dreidel. Mentre Hanukkah è considerata una festa minore nel giudaismo, è diventata una festa importante che spesso include lo scambio di regali, soprattutto per i bambini.

Conquista romana e diaspora

Nel 70 dC, l'impero romano assediò Gerusalemme e distrusse il santo Secondo Tempio; è rimasto solo il suo "muro occidentale". L'area che era il sito dei due templi distrutti è chiamata il Monte del Tempio. Il Monte del Tempio ospita due sante moschee islamiche: la Cupola della Roccia a nord, che fu costruita nel 691 d.C., e la Moschea di Al-Aqsa a sud, costruita nel 705 d.C. A sud-ovest si trova il resto del Secondo Tempio, il Muro Occidentale. Il Muro Occidentale o "Muro del Pianto" è un sito di grande importanza ed è considerato il luogo più sacro dell'ebraismo, luogo di preghiera e di pellegrinaggio per il popolo ebraico.

Dopo aver conquistato la Giudea, i romani ripresero il suo precedente nome di Palestina. Hanno costretto il popolo ebraico a un altro esilio lontano dalla "Terra Santa". Questo è noto come la diaspora , che significa la dispersione di un popolo lontano dalla sua patria originale. Per gli ebrei, significava che per i prossimi 2000 anni sarebbero stati lontani da Israele. Le fiorenti comunità ebraiche si diffusero in tutto il mondo quando immigrarono e si stabilirono in Medio Oriente, Nord Africa ed Europa.

Il popolo ebraico ha mantenuto la sua fede, le sue tradizioni e la sua cultura nonostante i grandi ostacoli. Le persone di eredità ebraica hanno dato un contributo straordinario in ogni aspetto della civiltà: legge, scienza, matematica, cucina, cultura, musica e arti. Sebbene sia importante onorare questi risultati, non dovrebbe essere la grandezza del popolo ebraico a risparmiarlo dalla persecuzione, ma piuttosto la nostra comune umanità. Eppure, durante questi 2000 anni di diaspora, gli ebrei hanno continuato ad affrontare periodi di intensa sofferenza per mano dei loro vicini più prossimi. Il capro espiatorio e l'antisemitismo hanno portato ad alcune delle più grandi atrocità del mondo. Nel corso dei secoli, le comunità ebraiche in Europa, Nord Africa e Medio Oriente hanno affrontato persecuzioni, conversioni forzate al cristianesimo, massacri organizzati dal governo chiamati "pogrom" e genocidi.

L' Olocausto , o Shoah in ebraico, fu l'omicidio di massa sistematico di 6 milioni di ebrei in tutta Europa da parte dei nazisti durante la seconda guerra mondiale. Dopo la guerra, le nuove Nazioni Unite approvarono una risoluzione nel 1947 che divideva la Palestina per creare lo Stato di Israele come casa per il popolo ebraico. Questa è considerata la fine della diaspora. Dopo la dichiarazione di indipendenza di Israele nel 1948, seguì la prima guerra arabo-israeliana. 750.000 arabi palestinesi furono espulsi dalle loro case durante la guerra del 1948 e mentre la regione ha visto tempi di stabilità e pace, questo è stato l'inizio del conflitto israelo-palestinese che continua fino ad oggi.

Credenze fondamentali nel giudaismo

  1. Credenza in un solo Dio , onnipotente e onnisciente, che ha creato tutte le cose e non ha eguali.

  2. La fede nell'anima che vive dopo la morte. Le tue azioni nella vita influenzano il tipo di vita ultraterrena che avrai.

  3. Credenza in Tzedakah: carità e sostegno alla giustizia sociale. La Torah dice: "Non mieterai interamente gli angoli del tuo campo... né raccoglierai ogni acino della tua vigna; lo lascerai per il povero e il forestiero". Il popolo ebraico ha una lunga storia di sostegno alla giustizia sociale e di beneficenza. Molti ebrei donano il 10% del loro reddito a chi ne ha bisogno.

  4. Credenza nella venuta del messia o mashiach . La maggior parte degli ebrei crede che il messia non sia ancora arrivato. Pur riconoscendo che Gesù di Nazareth era una figura importante, non è considerato il messia nel modo in cui credono i cristiani. Invece, il Tanakh ha profetizzato che verrà un messia che inaugurerà una nuova era, chiamata l'era messianica, ricostruendo il Santo Tempio di Gerusalemme, riunendo tutti gli ebrei in Terra Santa e portando la pace eterna e la fine di tutti fame, guerra e sofferenza. Le scritture ebraiche dicono che quando il Messia verrà, ogni ebreo che sia mai vissuto risorgerà per testimoniare che Dio crea un nuovo paradiso qui sulla Terra. Questa credenza nella risurrezione influenza le leggi ebraiche in materia di sepoltura. Gli ebrei non possono essere cremati e dovrebbero essere sepolti con i loro corpi intatti.

Altri aspetti importanti dell'ebraismo

  1. Oltre alla Torah, il Talmud è un altro testo importante nel giudaismo. È il libro della legge ebraica. È una vasta raccolta di dibattiti e commenti su diritto, storia, filosofia, etica e su come la Torah dovrebbe essere interpretata da migliaia di rabbini. Fu completato tra il III e il V secolo d.C. Ha oltre 10 milioni di parole, il che lo rende uno dei testi religiosi più complessi al mondo.

  2. Lo Shabbat è il giorno ebraico di riposo e preghiera. Shabbat è anche chiamato Sabbath ed è la parola ebraica per sabato. Si osserva a partire da pochi minuti prima del tramonto di venerdì fino alla comparsa di tre stelle nel cielo di sabato.

  3. Una sinagoga è un luogo di culto ebraico. Serve come luogo di preghiera, insegnamento e come centro comunitario. La sinagoga contiene un'arca come l'Arca dell'Alleanza dove sono custoditi i rotoli della Torah. Una "luce eterna" arde davanti all'arca. Ci sono anche alte menorah, banchi e una piattaforma rialzata dove vengono letti i passaggi della Torah.

  4. Un rabbino è un leader religioso ebreo che è uno studioso esperto e un interprete della legge ebraica. La Torah e la legge ebraica delineavano regole dietetiche specifiche chiamate kosher . Oggi molti ebrei continuano a "mantenersi kosher" rispettando queste regole. Verdure, frutta, cereali e noci sono tutte kosher, tuttavia la carne deve provenire da un animale che "rumina e ha uno zoccolo fesso" come le mucche e le pecore. Maiali, conigli, crostacei, uccelli rapaci e pesci privi di pinne e squame come gli squali non sono kosher. Anche gli animali devono essere macellati in modo specifico e umano.

  5. Bar e Bat Mitzvah sono cerimonie di raggiungimento della maggiore età per ragazzi e ragazze. Sono celebrati quando un ragazzo o una ragazza raggiunge il suo 13° compleanno e "diventa" un bar o bat mitzvah, e sono considerati dell'età del dovere e della responsabilità religiosa.

Sette del giudaismo

Ci sono diverse sette diverse del giudaismo, tra cui:

  • Ebrei ortodossi che credono in un'interpretazione molto rigorosa e letterale della Torah. Ad esempio, durante lo Shabbat non è consentito lavorare, guidare o maneggiare denaro.

  • Ebrei conservatori che cercano di preservare le tradizioni dell'ebraismo pur consentendo alcuni elementi più moderni.

  • L'ebraismo riformato è più liberale e promuove idee progressiste. Cercano di mantenere i valori ebraici tradizionali adattando le pratiche per riflettere i cambiamenti nella società moderna.

  • L'ebraismo ricostruzionista è stato fondato nel 1922 da Mordecai Kaplan negli Stati Uniti ed è una setta progressista che crede che l'ebraismo sia in continua evoluzione con il tempo e i cambiamenti della società. Fu il primo ad estendere la tradizione di un servizio della Torah per segnare l'inizio dell'età adulta religiosa alle ragazze chiamate Bat Mitzvah. Questo da allora è stato adottato dalla maggior parte delle sette ebraiche.

  • In Israele, gli Hilonim rappresentano circa la metà dei cittadini ebrei israeliani. Sono simili al 30% degli ebrei negli Stati Uniti che si identificano come ebrei culturalmente e per ascendenza, ma non si identificano con alcuna denominazione particolare.

  • Festività Ebraiche

    Gli ebrei celebrano diverse festività importanti durante tutto l'anno, come ad esempio:

    • Pasqua: questa festa di sette o otto giorni e celebra l'esodo, quando gli ebrei fuggirono dalla schiavitù in Egitto.

    • Rosh Hashanah: questo è il capodanno ebraico che celebra il tempo della storia della creazione che si crede sia il 3761 a.C. Pertanto, l'attuale anno ebraico nel 2021 è 5781.

    • Yom Kippur: questo è il "Giorno dell'espiazione" che è considerato il giorno più sacro dell'anno per gli ebrei. Yom Kippur è un giorno di digiuno e preghiera.

    • Hanukkah: Conosciuto anche come "Festival delle luci", Hanukkah dura otto giorni e commemora la ridedicazione del Tempio ebraico di Gerusalemme dopo che i Maccabei sconfissero i siro-greci oltre 2000 anni fa e il miracolo che un giorno di olio per lampade durò per 8 giorni.

    • Purim: questa gioiosa festa commemora il tempo nel V secolo a.C. in cui una giovane donna ebrea di nome Ester ha rischiato la vita per salvare tutti gli ebrei di Persia dalla morte.

    • Domande essenziali per l'ebraismo

      1. Quando e dove è nato il giudaismo?
      2. Quali sono alcune credenze e festività importanti nel giudaismo?
      3. Quali oggetti o simboli sono importanti o sacri nel giudaismo?
      4. Dove sono i suoi seguaci oggi e quante persone praticano l'ebraismo in tutto il mondo?
      5. Come adorano gli ebrei e chi sono i loro leader spirituali?

Trova altri programmi di lezioni e attività come queste nella nostra categoria Studi sociali!
*(Avvia una prova gratuita di 2 settimane senza bisogno di carta di credito)
https://www.storyboardthat.com/it/lesson-plans/giudaismo
© 2021 - Clever Prototypes, LLC - Tutti i diritti riservati.