Esempi di Dilemmi Morali in Letteratura
Aggiornato: 12/31/2019
Esempi di Dilemmi Morali in Letteratura
È possibile trovare questo storyboard nei seguenti articoli e risorse:
What is Dilemma

Dilemma

Con Rebecca Ray e Kristy Littlehale

Ti ricordi un momento in cui dovevi fare una scelta e ogni opzione era ugualmente spiacevole? Forse hai mentito e è accaduto qualcosa di terribile, oppure hai dovuto affrontare il compito di divulgare la verità e di essere punito per aver mentito. Questo pasticcio si chiama dilemma: una situazione che sfida una soluzione piacevole. In letteratura, i dilemmi formano il conflitto centrale che molti protagonisti incontrano. Molte persone affrontano tutti i tipi di dilemmi nella vita e la scelta che fanno può avere effetti a lungo termine. A volte questi dilemmi hanno persino causato cambiamenti nella società e nella storia! I dilemmi comuni includono: classico, etico e morale.


Dai un'occhiata ad alcuni dei nostri altri articoli educativi!


Storyboard Descrizione

Esempi di Dilemmi Morali in Letteratura | Insegnare il Dilemma in Letteratura

Testo Storyboard

  • IL CACCIATORE DI AQUILONI
  • IL RE E IL FUTURO
  • Quando Amir incontra Hassan e Assef nel vicolo, vede che Assef sta per assalire Hassan. Deve decidere se aiutare Hassan o lasciare che la sua paura domini le sue decisioni.
  • Lancillotto è innamorato di Guenever, ma Guenever è sposato con King Arthur, che è il maestro e l'amico di Lancillotto. A peggiorare le cose, Guenever restituisce gli affetti di Lancillotto e Lancillotto deve decidere tra il suo Re e il suo amore.
  • LA LETTERA SCARLATTA
  • DILEMMA MORALE
  • TIRO DI UN ELEFANTE
  • Hester Prynne ha recentemente dato alla luce un bambino, nonostante il fatto che nessuno abbia visto suo marito vivo in due anni. Il Governatore vuole che lei rinunci al nome del padre in modo che anche lui possa essere punito.
  • Il narratore trova l'elefante che ha ucciso il coolie dravidico, ma l'elefante si è già calmato. La folla dietro di lui, tuttavia, vuole comunque che uccida l'elefante. Il narratore non vuole sembrare un pazzo, ma non vede nemmeno la necessità di sparare.