L'ultima Prima Volta di Jan Andrews

Aggiornato: 12/5/2020
L'ultima Prima Volta di Jan Andrews
È possibile trovare questo storyboard nei seguenti articoli e risorse:
Arctic Indigenous Peoples

Popoli Indigeni Dell'Artico

Guida per L'insegnante di Liane Hicks

Per migliaia di anni, le popolazioni indigene hanno vissuto nelle regioni artiche e subartiche del Nord America adattandosi alla loro patria impegnativa con modi ingegnosi e innovativi per utilizzare le risorse naturali per costruire un rifugio, trovare cibo, confezionare vestiti e sviluppare culture, tradizioni, arte complesse e religioni che sono radicate in armonia con la terra e il mare.


Popoli Indigeni Dell'Artico

Storyboard Descrizione

Crea un riassunto della trama di una storia su o relativa alle Prime Nazioni della regione artica / subartica! Questo esempio è tratto da The Very Last First Time di Jan Andrews.

Testo Storyboard

  • L'ULTIMA PRIMA VOLTA di JAN ANDREWS
  • EVA E SUA MADRE ANDIAMO AL MARE PER RACCOGLIERE COZZE
  • EVA HA RACCOLTO LE COZZE SUL PAVIMENTO DEL MARE TUTTO DA SOLA
  • Eva Padlyat viveva in un villaggio Inuit nella baia di Ungava, nel Canada settentrionale. Amava camminare sul fondo del mare come facevano tutti nel villaggio per raccogliere le cozze da mangiare. Oggi era il primo giorno in cui Eva avrebbe camminato da sola sul fondo del mare!
  • EVA HA ESPLORATO IL FONDO DEL MARE MA SI È PERSO!
  • Eva e sua madre hanno afferrato le loro slitte ciascuna con una pala, uno scalpello da ghiaccio e una coppa. Arrivarono a riva appena in tempo per vedere che la marea si era ritirata, lasciando solo il ghiaccio spesso sopra e il fondale marino sotto.
  • EVA HA TROVATO LA SUA STRADA DALLE TENEBRE ALLA LUCE
  • Eva si calò nel mare ghiacciato fino al fondo del mare. Lavorando a lume di candela, aveva presto raccolto una padella piena di cozze. Sentendosi orgogliosa di se stessa, Eva decise che le restava del tempo per esplorare il fondo del mare!
  • EVA ERA RIUNITA CON SUA MADRE ANCORA UNA VOLTA
  • Eva cantava mentre esplorava le pozze rocciose e giocava tra i cumuli di alghe. All'improvviso, Eva si rese conto di essere andata troppo oltre. La marea sarebbe tornata. Muovendosi troppo velocemente, lasciò cadere la candela e la luce si spense! Non poteva vedere attraverso l'oscurità.
  • Eva raccolse il suo coraggio e si sentì in giro nell'oscurità. Accese le candele e tornò alla sua coppa di cozze e all'apertura nel ghiaccio. Poteva vedere la luna splendente che splendeva attraverso il buco. Quando sua madre è venuta a prenderla, Eva ballava allegramente al chiaro di luna!
  • Al sicuro con sua madre di nuovo in cima al ghiaccio, Eva ha dichiarato con orgoglio, "quella è stata la mia ultima primissima - la mia ultima prima volta per aver camminato da sola sul fondo del mare!"