×

Let us know what date & time you prefer?

https://www.storyboardthat.com/it/lesson-plans/il-capofamiglia-di-deborah-ellis/connessione-testuale

Panoramica Delle Attività


Far scegliere agli studenti una citazione o una scena preferita dal libro consente loro di esprimere quali parti della storia hanno risuonato con loro a livello personale. In questo modo, gli studenti creano una connessione text-to-self che dimostra la loro comprensione dei personaggi e il loro sviluppo oi temi del romanzo. Gli studenti possono condividere i loro storyboard in seguito e avere una breve discussione su cosa significano per loro le citazioni.

Alcuni studenti potrebbero finire per scegliere la stessa citazione, ma hanno prospettive diverse. Questo è sempre interessante da vedere per gli studenti e può aprire una discussione su come non tutti possano leggere le stesse righe allo stesso modo in base alle proprie prospettive ed esperienze personali.


Esempi di citazioni da Il capofamiglia

"L'ha fatta arrabbiare, e dal momento che non poteva fare nulla con la sua rabbia, la rendeva triste".


"Ho bisogno che questa ragazza mi aiuti a camminare", diceva suo padre a qualsiasi taleb che glielo chiedesse, indicando la sua gamba. Aveva perso la parte inferiore della gamba quando il liceo in cui insegnava era stato bombardato. Anche le sue viscere erano state ferite in qualche modo. Era spesso stanco».


“Sono tempi insoliti. Invitano la gente comune a fare cose insolite, solo per tirare avanti".


"Dobbiamo ricordarlo", ha detto Parvana. "Quando le cose migliorano e cresciamo, dobbiamo ricordare che c'è stato un giorno in cui eravamo bambini quando stavamo in un cimitero e scavavamo ossa da vendere in modo che le nostre famiglie potessero mangiare". "Qualcuno ci crederà?" "No. Ma sapremo che è successo."


"Gli afgani amano le cose belle, ma abbiamo visto così tanta bruttezza che a volte dimentichiamo quanto sia meravigliosa una cosa come un fiore".


"Stavano per trasformarla in un ragazzo".


"La maggior parte delle persone in Afghanistan non sapeva leggere o scrivere. Parvana è stata una delle fortunate. Entrambi i suoi genitori erano stati all'università e credevano nell'istruzione per tutti, anche per le ragazze".


"I due soldati hanno afferrato suo padre. Gli altri due hanno iniziato a perquisire l'appartamento, prendendo a calci i resti della cena sul tappetino. 'Lascialo in pace!' La mamma urlò: "Non ha fatto niente di male!" "Perché sei andato in Inghilterra per la tua istruzione?" gridò il soldato a papà. "L'Afghanistan non ha bisogno delle tue idee straniere!" Lo strattonarono verso la porta. "L'Afghanistan ha bisogno di più delinquenti analfabeti come te", disse papà. Uno dei soldati lo colpì in faccia. Il sangue dal naso gli colava sul bianco shalwar kameez.


"Dentro la stanza, gli altri due soldati stavano squarciando i toshak con i coltelli e gettando le cose fuori dall'armadio. I libri di papà! In fondo all'armadio c'era uno scompartimento segreto che suo padre aveva costruito per nascondere i pochi libri che non erano stati distrutti in uno degli attentati. Alcuni erano libri inglesi di storia e letteratura. Sono stati tenuti nascosti perché i talebani hanno bruciato libri che non gli piacevano".


"La mamma non doveva essere fuori casa senza un uomo, o senza un biglietto di suo marito. 'Nooria, scrivi a mamma un biglietto.' "Non preoccuparti, Nooria. Non andrò in giro per la mia città con un biglietto appuntato sul mio burqa come se fossi un bambino dell'asilo. Ho una laurea!"


"Aiuterebbe se sapesse leggere, ma gli unici libri che avevano erano i libri segreti di papà. Non ha osato portarli fuori dal loro nascondiglio. E se i talebani li avessero attaccati di nuovo? Avrebbero preso i libri, e forse punire l'intera famiglia per averli."


"'Sei al passo con i tuoi studi?' chiese la signora Weera. "I genitori di mio padre non credono che le ragazze vengano istruite, e dato che viviamo in casa loro, mia madre dice che dobbiamo fare quello che dicono". 'Ti dispiace se ti vesti come un ragazzo e vai a lavorare?'"


"'Vuoi davvero farlo?' Nooria annuì. "Guarda la mia vita qui, Parvana. Odio vivere sotto i talebani. Sono stanca di badare ai più piccoli. Le mie lezioni scolastiche accadono così di rado, non hanno quasi valore. Non c'è futuro per me. qui. Almeno a Mazar posso andare a scuola, camminare per le strade senza dover indossare il burqa e trovare un lavoro quando ho finito la scuola. Forse a Mazar posso avere un qualche tipo di vita. Sì, voglio fare questo.'"


"Se avessimo lasciato l'Afghanistan quando ne avessimo avuto la possibilità, avrei potuto fare il mio lavoro!" "Siamo afghani. Questa è la nostra casa. Se tutte le persone istruite se ne vanno, chi ricostruirà il paese?"


"Non avrebbe dovuto essere affatto fuori. I talebani avevano ordinato a tutte le ragazze e le donne in Afghanistan di rimanere nelle loro case. Hanno persino proibito alle ragazze di andare a scuola. Parvana ha dovuto lasciare la sua prima elementare e sua sorella Nooria non poteva andare al suo liceo. La loro madre era stata cacciata dal suo lavoro di scrittrice per una stazione radio di Kabul".


"Parvana si è precipitata dietro di lei. Ha dovuto correre per stare al passo con i passi lunghi e veloci di sua madre, ma non ha osato restare indietro. C'erano alcune altre donne per strada e indossavano tutte il burqa regolamentare, che le rendeva sembriamo tutti uguali. Se Parvana avesse perso le tracce di sua madre, aveva paura di non ritrovarla mai più."


"Parvana non era mai stata in una prigione, ma aveva altri parenti che erano stati arrestati. Una delle sue zie è stata arrestata con centinaia di altre studentesse per aver protestato contro l'occupazione sovietica del suo paese. Tutti i governi afghani hanno messo in prigione i loro nemici. "Non puoi essere veramente afghano se non conosci qualcuno che è stato in prigione", diceva a volte sua madre.


"Prendere l'acqua ha richiesto molto tempo. Maryam non aveva visto altro che le quattro pareti della loro stanza per quasi un anno e mezzo. Tutto fuori dalla porta era nuovo per lei. I suoi muscoli non erano abituati all'esercizio più elementare. Parvana ha aiutato lei su e giù per i gradini con la stessa attenzione con cui aveva dovuto aiutare papà."


"La sua rabbia si è sciolta quando ha visto sua madre raccogliere il pacco dei vestiti di Hossain e metterlo via sul ripiano più alto dell'armadio. Sua madre sembrava sempre triste quando toccava i vestiti di Hossain".


"Nooria si è coperta completamente con il suo chador e si è accartocciata in una piccola palla. A volte le giovani donne venivano rapite dai soldati. Sono state rapite dalle loro case e le loro famiglie non le hanno mai più viste".


All'inizio furono i sovietici a lanciare i loro grandi carri armati nel paese ea far volare aerei da guerra che sganciarono bombe sui villaggi e sulle campagne. Parvana è nata un mese prima che i sovietici iniziassero a tornare nel loro paese. "Eri una bambina così brutta, i sovietici non sopportavano di essere nello stesso paese con te," amava dirle Nooria.


"Ora la maggior parte del paese era controllata dai talebani. La parola talebani significava studiosi religiosi, ma il padre di Parvana le disse che la religione consisteva nell'insegnare alle persone come essere esseri umani, come essere più gentili. "I talebani non stanno rendendo l'Afghanistan un più gentile posto dove vivere!" disse."



Istruzioni Modello e di Classe

(Queste istruzioni sono completamente personalizzabili. Dopo aver fatto clic su "Copia attività", aggiorna le istruzioni nella scheda Modifica del compito.)



Scadenza:

Obiettivo: creare uno storyboard che identifichi la tua citazione o scena preferita in The Breadwinner . Illustra il tuo preventivo e scrivi cosa significa per te.

Istruzioni per gli studenti:

  1. Fare clic su "Avvia assegnazione".
  2. Scegli una citazione o una scena preferita da Il capofamiglia .
  3. Crea un'immagine che rappresenti questa citazione utilizzando scene, personaggi e oggetti appropriati.
  4. Nella casella della descrizione, scrivi la citazione e almeno una frase su ciò che questa citazione significa per te.

Requisiti: citazione o scena, illustrazione, 1-2 frasi su cosa significa per te.

Piano Delle Lezioni di Riferimento

Livello 6-8

Livello di Difficoltà 3 (via di sviluppo di Mastery)

Tipo di Assegnazione Individuale


Rubrica

(Puoi anche crearne uno tuo su Quick Rubric.)

Più Storyboard That Attività

Il Capofamiglia




*(Avvia una prova gratuita di 2 settimane senza bisogno di carta di credito)
https://www.storyboardthat.com/it/lesson-plans/il-capofamiglia-di-deborah-ellis/connessione-testuale
© 2022 - Clever Prototypes, LLC - Tutti i diritti riservati.