La Citazione del Capofamiglia

La Citazione del Capofamiglia
È possibile trovare questo storyboard nei seguenti articoli e risorse:
Il Capofamiglia di Deborah Ellis | Il Riassunto del Capofamiglia

Il capofamiglia di Deborah Ellis

Piani di Lezione di Liane Hicks

The Breadwinner di Deborah Ellis è uno straziante romanzo di fantascienza storica su una ragazza di 11 anni che lotta per sopravvivere insieme alla sua famiglia sotto il regime oppressivo e brutale dei talebani negli anni '90. Purtroppo, questo libro è rilevante oggi come lo era quando è stato scritto nel 2000. È un romanzo importante che aiuta gli studenti a comprendere ed empatizzare con la realtà che le donne e le ragazze sono crudelmente oppresse in alcune parti del mondo. Mentre gli eventi della storia sono tragici e traumatici, il libro sottolinea l'importanza dell'istruzione e il potente coraggio di coloro che resistono all'oppressione.


Il Capofamiglia

Storyboard Descrizione

Chiedi agli studenti di stabilire una connessione testuale con The Breadwinner di Deborah Ellis! Identificheranno la loro citazione o scena preferita e descriveranno cosa significa per loro.

Testo Storyboard

  • Citazione memorabile da Il capofamiglia di Deborah Ellis
  • Ad un certo punto del libro, Parvana e Shauzia ricorrono a dissotterrare ossa umane da dare a un collezionista di ossa per denaro. Guadagnano molto di più rispetto alla vendita di tè al mercato e sono in grado di sfamare le loro famiglie. La povertà che affrontano è così grande che, nonostante il trauma di questa esperienza, si sentono obbligati a fare il lavoro. La scena ricorda le terribili circostanze affrontate dal popolo afghano in mezzo alla guerra e all'oppressione costanti. Come dice la signora Weera, “Questi sono tempi insoliti. Invitano la gente comune a fare cose insolite, solo per tirare avanti".
  • "Dobbiamo ricordarlo", ha detto Parvana. "Quando le cose migliorano e cresciamo, dobbiamo ricordare che c'è stato un giorno in cui eravamo bambini quando stavamo in un cimitero e scavavamo ossa da vendere in modo che le nostre famiglie potessero mangiare".
  • "No. Ma sapremo che è successo."
  • "Qualcuno ci crederà?"
Oltre 20 milioni di storyboard creati
Storyboard That Family