5Ws of Tinker vs Des Moines
Updated: 2/6/2021
5Ws of Tinker vs Des Moines

Storyboard Text

  • Chi sono stati gli studenti coinvolti nel caso?
  • Qual è stata la decisione della Corte suprema?
  • "L'uso di fasce da braccio nelle circostanze di questo caso era molto simile al 'linguaggio puro' che ha diritto a una protezione completa ai sensi del Primo Emendamento." - Il giudice Abe Fortas
  • Quando ha avuto luogo?
  • Gli studenti coinvolti in questo caso erano John F. Tinker di 15 anni, Christopher Eckhardt di 16 anni e Mary Beth Tinker di 13 anni. Sebbene gli studenti sentissero di avere il diritto di indossare i bracciali per protestare contro la guerra del Vietnam, furono sospesi perché violavano una nuova regola anti-fascia a scuola.
  • In una decisione 7-2, la Corte Suprema si è pronunciata a favore degli studenti. La Corte Suprema ha dichiarato che gli studenti e gli insegnanti "perdono i loro diritti costituzionali alla libertà di parola o di espressione all'ingresso della scuola". Dal momento che i Tinker non stavano interrompendo l'ambiente di apprendimento, questo discorso simbolico è stato consentito dopo il caso storico della Corte Suprema.
  • Gli studenti Tinker indossavano la fascia da braccio a scuola nel 1965. Durante lo stesso anno, quasi 2.000 soldati americani furono uccisi nella guerra del Vietnam. Nei prossimi cinque anni, il tasso di mortalità aumenterebbe di quasi 10 volte. Le proteste e l'opposizione alla guerra crebbero continuamente per tutta la fine degli anni '60.
  • Dove hanno protestato questi studenti?
  • North High School
  • 5 Ws Of Tinker contro Des Moines
  • Perché gli studenti hanno combattuto la loro sospensione?
  • Aderire In marcia Gruppo musicale!
  • No Braccio Bande
  • Preside Ufficio
  • JJ Christopher Eckhard, insieme a John e Marybeth Tinker, indossavano i loro bracciali alla scuola superiore pubblica e alla scuola media superiore nel distretto scolastico della comunità indipendente di Des Moines.
  • Gli studenti hanno combattuto la loro sospensione poiché ritenevano che la nuova regola scolastica riguardante i bracciali fosse sia rivolta a loro sia una violazione dei loro diritti del primo emendamento. Gli studenti hanno sostenuto che i bracciali erano una forma di discorso simbolico che era protetto in quanto non interferiva con il processo di apprendimento all'interno della classe.