Citazione o Scena Preferita del Rifugiato

Citazione o Scena Preferita del Rifugiato
È possibile trovare questo storyboard nei seguenti articoli e risorse:
Quattro famiglie del romanzo Refugee di Alan Gratz stanno nei quadranti davanti a uno sfondo giallo.

Rifugiato di Alan Gratz

Piani di Lezione di Liane Hicks

Refugee di Alan Gratz è un romanzo di finzione storica scritto nel 2017 che intreccia tre storie avvincenti di famiglie in cerca di rifugio in altri paesi. Le storie sono ambientate in tempi e luoghi diversi e sono raccontate dal punto di vista dei bambini rifugiati. La storia di Josef è ambientata nella Germania nazista nel 1939. La storia di Isabel è ambientata a Cuba nel 1994 durante un periodo di grande crisi economica e sconvolgimento. La storia di Mahmoud è ambientata in Siria nel 2015 durante la guerra civile siriana. Il rifugiato è sia elettrizzante che straziante. Gli studenti si riveleranno nei giovani protagonisti: bambini di fronte a circostanze tragiche e insormontabili ma che, in fondo, sono solo ragazzini che amano la propria famiglia e vogliono vivere in pace.


Profugo

Storyboard Descrizione

Fare in modo che gli studenti scelgano una citazione o una scena preferita dal libro consente loro di esprimere quali parti della storia hanno risuonato con loro a livello personale. In questo modo, gli studenti creano una connessione tra testo e sé che dimostra la loro comprensione dei personaggi e del loro sviluppo o dei temi del romanzo. Gli studenti possono condividere i loro storyboard in seguito e avere una breve discussione su cosa significano per loro le citazioni.

Testo Storyboard

  • Scena preferita da REFUGEE di Alan Gratz
  • Una delle scene per i rifugiati che risuonava con me è quando Mahmoud e la sua famiglia sono gettati dalla loro barca sul modo di Lesbo. Si rendono conto che i salvagenti che sono stati ingannati per l'acquisto erano falsi. La famiglia è separata e l'unica barca che vedono non si fermerà ad aiutarli. Mahmoud e sua madre sono costretti a rinunciare alla piccola Hana per essere salvati, ma vengono lasciati annegare. Mahmoud usa la luce del suo telefono per cercare di segnalare aiuto. La scena straziante e viscerale di terrore e impotenza è quella che rimane con il lettore.
  • “Per favore!” Gridò Mahmoud. Singhiozzò per lo sforzo di respingere le dita dell'uomo e di aggrapparsi al gommone. "Per favore, portaci con te!" “No! Nessuna stanza! " "Almeno prendi mia sorella!" Implorò Mahmoud. “È una bambina. Non occuperà nessuna stanza! "
Oltre 20 milioni di storyboard creati
Storyboard That Family