The Raven TPCASTT

Aggiornato: 1/26/2017
The Raven TPCASTT
È possibile trovare questo storyboard nei seguenti articoli e risorse:
The Raven by Edgar Allan Poe

The Raven di Edgar Allan Poe

Piani di Lezione di Rebecca Ray

"The Raven" è uno dei lavori più famosi di Edgar Allan Poe. La poesia avviene poco dopo la mezzanotte in una serata di dicembre. Un uomo depresso è seduto nella sua biblioteca, che si muove dentro e fuori dal sonno mentre ricorda Lenore, il suo amante morto. Improvvisamente, sente un bussare, ma non vede nulla all'apertura della sua porta. Inaspettato, si convince che era solo il vento contro la finestra. Si avvicina alla finestra per lasciare in aria fresca, e un corvo si infiamma, che si appoggia sopra la porta.


Il Corvo

Storyboard Descrizione

Analisi La Poesia di The Raven TPCASTT Titolo, Parafrasi, Connotazione, Attitude / Tone, Turni, Titolo, Tema

Testo Storyboard

  • T - Titolo
  • P - Parafrasi
  • C - Connotazione
  • A - Attitude / Tone
  • S - Spostamento
  • "Mai più"
  • Potrò mai rivedere Lenore?
  • T - Titolo
  • T - Tema
  • Il titolo sarà di circa un uccello nero e la sfortuna che porterà.
  • Un uomo perde qualcuno che amava, di nome Lenore. Egli è devastato. Una notte, nel mese di dicembre, mentre era seduto nella sua stanza, sente bussare. Un corvo gli fa visita. E lo fa arrabbiare quando gli dice che non sarà mai più rivisto Lenore.
  • L'uomo è gravemente depresso, e 'colto nel suo dolore.
  • Poe usa parole come 'camera', 'riflettere', 'stanca', 'squallido', 'fantasmi', e 'braci mettendo a morti prendono vita. Queste parole sono deprimenti e malinconia.
  • Uno spostamento si verifica quando l'altoparlante chiede il corvo se potrà mai vedere di nuovo Leonore. Questo dimostra la sua rabbia con l'uccello, il quale calcia fuori.
  • Dopo aver letto la poesia, il mio titolo era parzialmente corretta. La poesia era di circa un corvo, ma ha rappresentato il dolore e la morte.
  • Una interpretazione del tema: anche se la morte è dolorosa e triste, non bisogna soffermarsi su di esso, o sarà consumare.